ARTE POSTALE...per posta

La collocazione dell' Eco Museo Progressivo dell’Arte Invisibile in questa zona d’Italia è idea (progettuale?) di Bruno Chiarlone, mail-artista locale, che operò in Val Bormida anche con progetti di registrazione en plein aire, catalogazione, studio comparato delle azioni artistiche topografiche, azioni poetiche, interscambi artistici e poetici con vari operatori d’ogni parte del globo, per mezzo dell’arte postale.

Wednesday, November 24, 2010

pro memoria